Il diario On-Line del nostro primo bimbo:
Una storia lunga oltre i classici 9 mesi.

mercoledì, luglio 25, 2007

Dal ginecologo

Il primo incontro con il ginecologo è avvenuto giovedì della settimana scorsa. Per la precisione, alle 17.00 del 19 luglio. Non so perchè ne scrivo solo ora, probabilmente la stanchezza e la pigrizia hanno sempre avuto il sopravvento, almeno fino ad oggi. Innanzitutto, c'è da dire che si tratta di un NUOVO ginecologo: dopo la brutta esperienza dell'anno scorso avevo bisogno di un medico che fosse in grado di "prendermi in carico" totalmente, sia fisicamente che psicologicamente. Ero alla ricerca di un ginecologo con cui potermi sentire a mio agio, che fosse in grado di rispondere esaurientemente alle mie domande e non usando brevi frasi di circostanza e monosillabi. Insomma, una persona con cui dialogare, oltre ad un ottimo ecografista. Incrociando le dita, grazie al sito di gravidanzaonline penso proprio di averlo trovato. Lo studio è assolutamente accogliente, la segretaria gentile e sorridente e il medico semplicemente gradevole: professionale ma anche amichevole .... proprio quello che cercavo!!
Dopo un' attesa di quasi quaranta minuti, siamo entrati nello studio, ci siamo presentati e poi ho messo subito le mani avanti dicendo che sapevo di anticipare un pò i tempi con una visita così precoce (in fondo, secondo i miei calcoli ero tra la quarta e la quinta settimana, veramente poco), ma che ero lì soprattutto per sapere se, visto il precedente aborto, c'era la necessità di iniziare una terapia con progesterone o cose del genere; insomma, più che altro per una mia tranquillità. Sapevo che per vedere qualcosa con l'ecografia era troppo presto e lui me l'ha confermato. Dopo un colloquio iniziale mi ha fatto stendere sul lettino e abbiamo tentato di individuare il piccolo embrione con l'ecografo ma purtroppo il risultato è stato quello che ci aspettavamo tutti: ancora niente embrione, solo una ben evidente camera gestazionale. Dopo le foto di rito al nuovo arrivato, mi ha prescritto una lunga serie di esami, che porterò al nostro prossimo incontro, fissato per il 7 agosto. Per quel giorno, il nostro bimbo dovrebbe già essere ben visibile e , se saremo fortunati, con un battito cardiaco bello forte. Non vedo l'ora di poter fare le presentazioni ufficiali, ma se c'è qualcosa che ho imparato in quest'ultimo anno è saper tenere a freno l'impazienza e vivere le mie giornate con serenità (a volte, devo ammettere, non senza qualche sforzo).

3 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

cara giorgia, ti seguo da 8 mesi ormai, da quando anche io sono rimasta incinta (io partorirò la settimana prossima),e ho letto ogni settimana le tue gioie, le tue ansie, le tue lacrime.
sono molto felice per voi, ma vivi tutto con serenità mi raccomando.
tanti baci
giorgia

26 luglio, 2007 00:44  
Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Giorgia,

per caso un mese fa, ho trovato il vostro blog. Mi chiamo Laura, ho 28 anni e sono incinta di 6 mesi. Vivo con Nico (papá della mia bimba) in Germania....
Le vostre parole sul brutto evento dell´anno scorso mi hanno colpito molto....
In bocca al lupo per questo nuovo inizio, sicuramente sará molto diversa dalla prima gravidanza.

Spero di leggere nuove buone presto....

Laura
laurettawin@libero.it

26 luglio, 2007 21:47  
Blogger Giorgia & Gianluca ha detto...

Ciao ragazze! E' bello sapere che c'è qualcuno che ci segue e che partecipare, seppur virtualmente, ai nostri dolori ma, soprattutto, alle nostre gioie. Vi faccio un enorme in bocca al lupo per l'arrivo dei vostri meravigliosi bambini! Un bacio

30 luglio, 2007 15:59  

Posta un commento

<< Home Page